Norme di rendicontazione dell’attività di enti e organismi

Oltre alle leggi contenenti clausole valutative o obblighi di rendicontazione degli effetti prodotti dalla politica regionale esistono anche alcune norme che prevedono obblighi di rendicontazione dell'attività di enti o organismi istituiti da leggi regionali o previsti da leggi nazionali e che non sono riconducibili ad una forma di controllo che attiene alla politica pubblica.

Le relazioni di rendicontazione predisposte da tali soggetti sono trasmesse dalla Giunta regionale o dagli enti regionali e assegnate alla Commissione consiliare competente per materia.

La Commissione, con il supporto della struttura consiliare preposta, esamina i contenuti delle relazioni inviate, può richiedere ulteriori documenti e/o convocare i dirigenti e funzionari della Regione o degli enti, al fine di approfondire l'istruttoria della relazione di rendicontazione.

Se dall'attività istruttoria emerge la necessità di procedere ad una modifica legislativa i componenti della commissione possono, con l'assistenza da parte del Servizio Legislativo, predisporre apposito progetto di legge da presentarsi ai sensi del regolamento interno.

Al termine dell'esame la commissione procede alla votazione di presa d'atto dei contenuti della relazione.

Il Presidente della Commissione provvede all'invio della presa d'atto al Presidente del Consiglio.